Posta della Penna

In seguito alla richiesta di un incauto lettore, apro questo angolo, che riceverà forse una media di 8 visite all’anno. Questo utilissima sezione servirà a chi vuole un parere.

State scrivendo un bllxmo romanzo fantasy e vi chiedete come 4 nani possano difendersi da 4.000 orchi?

O volete documentarvi su qualche aspetto storico/tattico/militare?

O non avete una vita sociale e vi sentite soli? (Adottate un gatto).

Potete postare qui la vostra domanda, o mandare una mail a tengerblog@yahoo.fr.

Infine, ci tengo a segnalare tre link dove gente meglio preparata può aiutarvi:

http://zweilawyer.com/

http://www.steamfantasy.it/blog/

Il Forum di Palazzo

Au revoir

11 thoughts on “Posta della Penna

  1. ti segnalo questa lettura:
    https://archive.org/details/DiaryOfWanderingSeveralProvinces

    Interessante documento, ma sopratutto interessante la prefazione di Sandro Furzi studioso di letteratura e filosofia giapponese nonché praticante di Tennen Rishin Ryu sotto la guida del soke di 10^ generazione

    Questa la sua Presentazione su Budo Forum (che ti consiglio
    http://budo.forumjap.com/t406-il-diario-di-uno-spadaccino

    Lo “Shokoku Kaireki Nichiroku” (Cronache di viaggio attraverso varie province) è un diario scritto tra il 1853 ed il 1855 da Muta Bunnosuke, samurai del feudo di Saga. In esso sono annotate tutte le scuole di scherma che egli visitò nel suo pellegrinaggio che dal Kyūshū lo avrebbe portato sino ad Edo. Lo scopo di Bunnosuke era quello di confrontarsi con il maggior numero di spadaccini possibili per mettere alla prova le sue doti schermistiche. Il diario è di estrema importanza per comprendere sia quanto le scuole dell’epoca fossero aperte a qualsiasi tipo di confronto, sia per avere una panoramica del kenjutsu di tardo periodo Edo. Una scherma già lontana dal katageiko, in cui quasi tutti facevano del combattimento con il bōgu e lo shinai il punto fisso della loro pratica.

  2. Dove posso trovare informazioni serie sull’evoluzione storica delle armi e delle armature giapponesi e eventualmente sulle loro “performance”?Mi piacerebbe anche qualcosa sulla storia delle arti marziali. In particolare qualcosa che permetta di fare supposizioni su come sarebbero cambiate le cose in presenza di fattori soprannaturali.

    Il mio desiderio sarebbe qualcosa di confrontabile come livello di dettaglio con gli studi di balistica ma mi rendo conto che non esista alcun interesse scientifico in un tale livello di dettaglio quindi mi andrebbe molto molto bene un livello paragonabile a quello degli articoli del Duca sulle performance delle armature.

    Grazie.

    • C’è un libro in inglese molto interessante, Karl Friday, Samurai, warfare and the state. E’ interessante anche leggere i tre grandi gunkimono del XII° secolo (Hougen monogatari, Heiji monogatari e Heike monogatari), tenendo conto che c’è comunque una certa iperbole poetica.
      Per test scientifici su armature, purtroppo non ne conosco. Ho l’impressione che l’archeologia sperimentale sia un po’ meno in voga sull’Arcipelago.

  3. Buongiorno, mi piacerebbe sapere per curiosità alcune idee, comportamenti, azioni tipiche del giappone shogunale, che per noi occidentali sembrano essere fuori dal mondo ma che per loro sembravano la norma, che ti hanno colpito (o che comunque siano di grande WTFosità)

    • Dipende da quale Giappone Shogunale: i costumi sono cambiati dal regime di Kamakura, a quello di Ashikaga, ecc. Se si intende il Giappone di Edo (1603-1868), di certo una delle cose più sorprendenti è il fatto che un vassallo, quale che fosse il suo rango, non poteva suicidarsi senza permesso (a meno, al limite, che non fosse un atto di protesta). Il suicidio era spesso una forma di espiazione per una mancanza o un errore. Ora, se il tuo sbaglio era stato troppo grosso, il tuo padrone poteva decidere che non meritavi di fare seppuku (una morte orribile, ma onorevole), e poteva scacciarti o condannarti a morte come un criminale comune.
      Questo aveva importanti diramazioni perché in caso di suicidio la tua onta era lavata e la tua famiglia (figli, fratelli, ecc) poteva conservare il suo status, mentre poteva perdere tutto e venire dissolta nel caso tu fossi trattato come un comune criminale.

      Un’altra cosa molto interessante del periodo Edo è il diritto di vendetta. I guerrieri avevano il dovere di vendicarsi in certe situazioni, ma un regime di faida non è buono per l’ordine pubblico. Quindi se tu o i tuoi subivate uno scorno, dovevate inoltrare una domanda di autorizzazione alla vendetta al Governo, che giudicava se la vostra domanda era fondata. Se la domanda era considerata ragionevole, il Governo notificava la famiglia/persona oggetto della vendetta, e dopo un lasso di tempo stabilito per legge era possibile scatenare la faida.
      La storia dei 47 ronin fu un caso epocale proprio per questo: i 47 NON chiesero l’autorizzazione e si vendicarono senza permesso (reato punibile con una disonorevole decapitazione).

      Parlando d’altro che non guerrieri, c’era l’abitudine, andando al santuario, di lanciare pietre per buona fortuna. Lo scopo era langiare un sasso sopra il tori.i (quei grandi archi rossi davanti ai santuari). Se il sasso resta in bilico sull’arco, avrai fortuna, altrimenti no (è permesso ritentare). Il problema è evidente: hai una folla di gente che sta tirando ciottoli per aria. Nel migliore dei casi il ciottol ricade in testa a qualcuno, in altri casi il ciottolo colpisce altri ciottoli ammucchiati sull’arco e provoca una piccola frana sui fedeli. Se poi a prendersi per sbaglio a sassate sono due bande di samurai, puoi avere una gara di coltellate in meno di niente.
      Lo shogunato cercò di proibire la pratica, ma la reazione del popolo fu talmente virulenta che l’autorità dovette piegarsi. “Ok, se ci tenente tanto a lapidarvi tra voi fate!” 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...